Regionali Abruzzo: vince il CDX, secondo il CSX. Calo PD e M5S.

È Marco Marsilio, capogruppo della coalizione di centrodestra, il nuovo presidente della regione Abruzzo.
Stacca su tutti gli altri candidati e sfiora il 50%.
[Nelle foto in basso trovi le percentuali ottenute da ciascun partito, in ordine decrescente]

Il centrodestra, capeggiato dal neo-eletto Marsilio, ha raggiunto il 48,03% delle preferenze.
Lega primo partito con il 27,54%, seguono poi Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Arriva seconda la coalizione di centrosinistra, la più numerosa, diretta da Giovanni Legnini del PD, con il 31,28%.
Il PD è stata la prima forza all’interno della coalizione, con una percentuale di preferenze dell’11,13%, seguono poi la lista di Legnini Presidente e Progressisti insieme a LeU.

Infine terzo gradino del podio (ma secondo posto come partito più votato) per Sara Marcozzi, candidata con il M5S, che si è fermata al 19,70%.

Vediamo dunque che la Lega ha aumentato il proprio consenso dal 13,8% delle elezioni politiche (nazionali) dell’anno scorso al 27,54%.
Sale la coalizione di centrosinistra, dal 17,6% al 31,28%, ma all’interno di essa scende il PD dal 13,82% del 2018 scorso al poco più dell’11% di quest’anno.
Infine, calo drastico del M5S che scende dal 39,85% del 2018 al 19,70% con Marcozzi.

Sei contento/a di questi risultati?
Secondo te ha senso confrontare i risultati delle elezioni nazionali con quelle regionali o gli elettori si comportano diversamente a seconda che votino per sindaco, presidente di Regione o Premier?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *