Cannabis, Salvini: “La proposta non è nel contratto, non passerà”.

Il Ministro dell’interno boccia il ddl.

Si apre un’ulteriore questione all’interno delle forze di governo sulla proposta di legge depositata in senato due giorni fa dai Cinque Stelle riguardante la legalizzazione della cannabis. Il vicepremier Salvini viene anticipato dal suo Ministro Fontana nel dire che la legge in questione è sia fuori dall’agenda della Lega sia fuori dal contratto di governo, motivo per cui non sarà votata dai parlamentari del carroccio.

La proposta di legge (che secondo alcuni è stata presentata con l’unico scopo di oscurare in parte il decreto Carige) stima un guadagno di circa 30 miliardi di euro l’anno, pari all’1,5% del pil, sottratti alla criminalità organizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *