La Commissione europea respinge la manovra: tre settimane di tempo per modificarla

La Commissione Europa ha appena “bocciato” in via non definitiva il Def italiano. Il governo avrà tre settimane di tempo per modificarla seguendo le indicazioni europee, pena sanzioni.

Ci si aspettava una decisione così: da commenti, lettere e interventi giunti nelle ultime settimane (in particolare da Juncker, presidemte della Commissione europea) era infatti emersa una posizione di malcontento da parte dell’Ue, motivata soprattutto dall’alto deficit previsto dal governo gialloverde.

L’Europa aveva infatti tre possibilità di intervento sulla manovra presentata dall’Italia (così come per ogni altro paese): respingerla totalmente, accettarla in pieno, oppure, ed è questoil nostro caso, respingerla in via temporanea per chiederne delle modifiche su indicazione della Commissione.

Il governo Conte ora avrà tre settimane di tempo per riscrivere la manovra apportando le modifiche proposte dalla Commissione. Se l’Italia non si adeguerà, rischierà sanzioni pecuniarie e anche la possibile esclusione da finanziamenti europei di vario genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *