Di Maio: “Fino a 6 anni di galera a chi abusa del Reddito di cittadinanza”

Il ministro Di Maio, al question time in Senato, ha affermato chi abusa del Reddito di cittadinanza rischia fino a 6 anni di galera.

Il Reddito di cittadinanza è un’operazione importante e costosa per lo Stato, e può essere un’arma a doppio taglio se non ben utilizzata. Per questo, il ministro Luigi Di Maio ha dichiarato che il suo dicastero prenderà le dovute misure di prevenzione e di punizione nei confronti di chi usa allegramente le somme erogate, distraendole in gioco d’azzardo o acquisti “scellerati”.  Ma come farà ciò?

 

Reddito su bancomat

Per poter effettuare controlli sulle tipologie di spese effettuate, il Reddito verrà erogato su una carta bancomat che sarà disabilitata per alcune tipologie di acquisti. “In pratica non permetterà di spendere questi soldi nel gioco d’azzardo, non permetterà di andarti a pagare la vacanza“. Il Ministero traccerà ogni spesa (un po’ come il bonus di Renzi ai diciottenni): si potrà così evitare evasione e “spese immorali“. Chi proverà ad eludere il sistema informatico-bancario sotteso, rischierà pene fino alla galera.

I “furbetti“, infatti, rischieranno fino a 6 anni di detenzione. Il ministro ha inoltre aggiunto che “il reddito di cittadinanza non dà un solo euro a chi sta sul divano, perché avranno tutta la giornata impegnata per la formazione e lavori di pubblica utilità. Non avranno tempo di lavorare in nero: se imbrogliano si beccano 6 anni di galera per dichiarazioni non conformi alla legge“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *